L’IO INDIVIDUALE E LA SUA DISTRUZIONE

Come nasce l’illusione dell’io individuale ?
Nel corso dell’evoluzione si sono formati esseri viventi sempre più complessi e, ad un certo punto, i loro sistemi nervosi hanno iniziato a produrre un organo centrale che presiede a tutto il sistema: il cervello.
Col cervello è nato negli animali superiori il fenomeno dell’autocoscienza, cioè l’animale è divenuto cosciente della propria esistenza.

Come conseguenza è nato il concetto di “io”, cioè di qualcosa che resterebbe immutabile, nonostante i vistosi cambiamenti fisici e psichici che avvengono in un individuo, nel suo percorso dalla nascita alla morte.
Il principale “colpevole” della nascita del concetto di “io” è la funzione della memoria che, in realtà, era nata solo per fini utilitaristici: se un animale mette la zampa sul fuoco, grazie a questa funzione, la prossima volta ritrarrà la zampa e non si brucerà.
Grazie alla memoria, un essere umano, ricorda il “suo” passato e crea l’io, cioè quell’entità effimera ed illusoria che percorre tutta la sua vita, dalla nascita alla morte.
Quando l’asceta è riuscito a distruggere l’illusione del proprio io individuale, scopre il Sè nascosto nel più profondo del suo essere. Questo Sé è il medesimo in tutti gli esseri viventi e non è altro che il Brahman universale, unico principio esistente, al di fuori dello spazio e del tempo, privo di causa, indescrivibile, incorporeo, infinito, assoluto, trascendente ed immanente, eterno. È il principio ultimo che non ha avuto inizio, non ha una fine, nascosto in tutte le cose, causa, fonte, materia ed effetto di tutta la Creazione conosciuta e sconosciuta. E’ l’origine del mondo divino, di quello umano e di tutti i mondi conosciuti e sconosciuti. Rappresenta la base del manifesto e dell’immanifesto, uno stato indifferenziato di puro essere, eternità e beatitudine, situato al di là di qualsiasi speculazione filosofica o moto devozionale.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in ESOTERISMO e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.