LAMPI RADIO VELOCI, UNO DEI FENOMENI PIU’ MISTERIOSI DELL’UNIVERSO

I lampi radio veloci (FRB, Fast Radio Burst) sono impulsi radio di altissima energia e di brevissima durata (pochi millisecondi) provenienti dall’esterno della nostra galassia.
L’origine di questo fenomeno è ancora sconosciuta e sono state fatte finora solo ipotesi, non escludendo neanche una possibile origine artificiale.
Il primo lampo radio veloce fu scoperto nel 2007. Durò meno di cinque millisecondi e aveva una intensità cento volte superiore al rumore di fondo (rumore ambientale sempre presente dovuto all’attività umana).
La sua provenienza fu localizzata in una regione situata a circa tre gradi dalla piccola nube di Magellano, una delle galassie satelliti della nostra.
Da allora, grazie a diversi radiotelescopi, fino a oggi sono state rilevate qualche centinaio di sorgenti di FRB, di cui alcune presentano un’emissione ripetuta di questi enigmatici flash radio.
Ciascuno di questi fenomeni viene identificato con la sigla FRB seguita dalla data (anglosassone).
Spesso è stata individuata anche la galassia di origine del segnale, talvolta distante anche miliardi di anni luce.
Fino al 2021 sono stati anche individuati tre casi di FRB provenienti da galassie “vicine” e uno di questi, individuato nel 2020, si è rivelato piuttosto interessante perché si è ripetuto più volte nel 2021.
Il fatto che alcuni FRB si siano ripetuti una o più volte con la stessa provenienza, fa escludere che la causa di questo evento possa essere un fenomeno distruttivo come lo scontro di due buchi neri o di due stelle di neutroni, in quanto fenomeni irripetibili.
Gli astrofisici per ora propendono a ritenere che la causa di questi lampi radio veloci siano la Magnetar, stelle di neutroni con un campo magnetico enorme, mille volte superiore a quello terrestre, ma, per ora si tratta solo di un’ipotesi.
Per altri astrofisici (una minoranza) sarebbe un errore escludere a priori che gli FRB possano essere prodotti da civiltà aliene con tecnologie molto avanzate.
Quacuno ha anche ipotizzato che gli FRB siano generati da propulsori per spingere le astronavi a vela nei loro viaggi spaziali, comportandosi come un potentissimo vento artificiale.
E qui ci fermiamo perché stiamo entrando nel campo della Fantascienza ….

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in ASTRONOMIA e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.