IL GIOCO DI BRAHMA

Questa è solo una favola, non prendetela alla lettera, ma cercatene il senso profondo.
Il dio Brahma era solo ed esisteva solo lui. Allora creò Maya per avere una compagnia e le diede grandi poteri.
Maya disse : “Ti propongo un gioco fantastico e, se farai quello che dico, apparirà un mondo meraviglioso con cui potrai giocare e tu guarirai dalla tua solitudine”.
Brahma acconsentì e, seguendo i consigli di Maya, creò un universo immenso con le sue innumerevoli stelle, pianeti, satelliti e tante altre meraviglie.
In particolare creò anche il Sole, la Luna e la Terra.
Quest’ultima era un luogo meraviglioso, con i suoi mari, i suoi oceani, i suoi monti, i suoi laghi, i suoi fiumi, la sue verdi praterie, la sua vegetazione, i suoi animali.
Maya disse : “Che meraviglia questo mondo illusorio che hai creato grazie ai miei consigli ! Ora devi creare un animale così intelligente da essere in grado di apprezzare questa creazione fantastica”.
Brahma acconsentì di nuovo e creò l’uomo, poi chiese a Maya come avrebbe potuto giocare con tutta questa infinità di cose.
Maya disse “Subito lo vedrai !”, e, con gli immensi poteri che aveva ricevuto, tagliò Brahma in miliardi di pezzettini e ne mise uno in ogni essere umano, poi disse : “Ora il gioco è iniziato! Hai dimenticato chi sei e dovrai ritrovare te stesso !”.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in ESOTERISMO e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.