IL PRINCIPIO DEL MENTALISMO NEL KYBALION

Chi non conosce il Kybalion, dovrebbe prima leggere qui:
https://giuseppemerlino.wordpress.com/2010/11/06/kybalion/

Nel Kybalion sono descritti sette principi ermetici. Il primo di essi è il “Mentalismo”.

IL PRINCIPIO DEL MENTALISMO
Tutto è mente – L’Universo è mentale.
Colui che ben afferra questa verità, possiede un grande sapere.

Secondo questo principio, il Tutto, ovvero quella realtà esistenziale che sta alla base di ogni manifestazione esterna, generalmente definita col nome di “Fenomeno vitale”, “materia”, “energia”; insomma, tutto ciò che percepiamo coi sensi materiali, non è altro che Spirito Inconoscibile che, sebbene non definibile, può essere considerato come Mente Universale, vivente ed infinita. Tutto l’Universo quindi, non è che una creazione mentale del Tutto, soggetto alle sue leggi. E, sia globalmente che in ogni singola parte, questa creazione, di cui noi facciamo parte, esiste nella mente del Tutto. Grazie a questo principio ci si possono spiegare tutti quei fenomeni psichici che tanto scalpore suscitano nell’uomo pur restando sempre al di fuori del campo della Scienza. Comprenderlo significa rendersi capaci di usare le leggi dell’Universo mentale a proprio vantaggio, difendendosi dal pericolo di usarle in maniera causale. Grazie a questa prima chiave del sapere, lo studioso può entrare nel tempio della conoscenza mentale con passo sicuro, essa infatti spiega la natura profonda della forza, dell’energia, della materia e la loro relazione con la mente. Scrisse infatti uno dei Grandi Maestri: “chi afferra l’essenza della natura mentale dell’Universo è assai progredito sul sentiero della sapienza”. E possiamo considerare questa massima ancora valida; perché senza questo primo principio, invano si tentano le Porte del Tempio.

Più avanti, nel Kybalion leggiamo:
L’universo è mentale; esso risiede nella mente del Tutto. Abbiamo detto che il Tutto è Spirito; ma, in realtà, cos’è lo Spirito? E’ questa una domanda senza risposta, perché, identificandosi lo Spirito nel Tutto, per sua natura indefinibile, siamo in un circolo chiuso. Possiamo solo dire che lo Spirito è il nome che l’uomo dà alla sua più alta concezione della Mente vivente infinita. Esso vuoi dire “Essenza Reale”, ed è del tutto superiore alla vita e alla mente, come noi le conosciamo. Poiché trascende la nostra è questo l’unico motivo per il quale siamo autorizzati a pensarlo come mente vivente infinita, pur riconoscendo di non poterlo comprendere appieno.

E ancora:
L’Universo, e tutto ciò che contiene, non è altro che una creazione mentale del Tutto, perchè, in verità, il Tutto è mente.
Nella sua mente infinita, il Tutto crea moltissimi universi, che esistono per tempi diversi, nell’ordine dei millenni. Ma, per il Tutto, creazione, sviluppo, regresso e morte di un miliardo di universi, non ha durata maggiore dell’aprirsi e chiudersi di un occhio. La mente infinita del Tutto è la fattrice degli universi.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in ESOTERISMO e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.