EINSTEIN : “LETTERA SU DIO”

Nel 1954, un anno prima di morire, Albert Einstein scrisse una lettera al Filosofo tedesco Erik Gutking nella quale chiariva la sua opinione sul concetto di Dio delle tre religioni semitiche (Ebraismo, Cristianesimo ed Islam).
Einstein, che non si è mai definito ateo, si esprime in termini molto duri sul concetto di Dio e sulla Bibbia.
Riportiamo i passi più significativi del documento :
“Per me la parola Dio non è altro che espressione o prodotto della debolezza umana. La Bibbia una collezione di leggende giuste, ma ancora primitive, e non di meno abbastanza puerili”.
“La religione ebraica è, come le altre, un’incarnazione delle superstizioni più infantili”.
In questa lettera si ribadiscono in effetti concetti già espressi nel suo famoso saggio “Religione e Scienza” dal quale riportiamo tre significative affermazioni :
“Tutte queste religioni hanno comunque un punto comune, ed è il carattere antropomorfo dell’idea di Dio: oltre questo livello non si trovano che individualità particolarmente nobili”.
“Non posso immaginarmi un Dio che ricompensa e che punisce l’oggetto della sua creazione, un Dio che soprattutto esercita la sua volontà nello stesso modo con cui l’esercitiamo su noi stessi”.
“Non voglio e non posso figurarmi un individuo che sopravviva alla sua morte corporale: quante anime deboli, per paura e per egoismo ridicolo, si nutrono di simili idee !”.
In effetti la religiosità del grande scienziato era molto più profonda ed è chiaramente esposta nel suo saggio “Religione e Scienza” che troverete su questo link (testo integrale) :
https://giuseppemerlino.wordpress.com/2015/08/13/einstein-saggio-religione-e-scienza/

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in RELIGIONI e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.