LENTE GRAVITAZIONALE

Una lente gravitazionale è un oggetto talmente massiccio che è in grado di deviare la traiettoria della luce che transita nelle sue vicinanze.
Questo oggetto potrebbe essere un buco nero, una galassia gigante, un ammasso o un superammasso di galassie etc ….
L’effetto “lente gravitazionale”, ora accertato in molti casi, era stato previsto dalla Teoria della Relatività di Albert Einstein che prevede, tra l’altro, che la luce subisce l’effetto della forza di gravità.
La lente gravitazionale può generare per l’osservatore uno spostamento della sorgente di luce dalla sua posizione reale e, in particolari allineamenti sorgente – osservatore, anche uno sdoppiamento della sua immagine.

Il nome “lente gravitazionale” deriva dal fatto che la deviazione della luce per effetto della gravità genera un effetto analogo a quello di una lente: modifica l’immagine della sorgente luminosa generando distorsioni o, addirittura, producendo immagini doppie o multiple della stessa sorgente.
In alcuni casi possono perfino apparire degli archi, conosciuti come “anelli di Einstein”.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in ASTRONOMIA e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.