PARABOLA DEL GIOELLO NASCOSTO (BUDDHISMO)

Un uomo si recò a casa di un caro amico molto povero che, dopo essersi ubriacato di vino si addormentò.
Egli, però, doveva assolutamente andare via, a causa di un importante impegno.
Allora, preso un gioiello dal valore inestimabile, lo cucì nella fodera della veste dell’amico e lo lasciò andandosene. L’uomo dormiva ubriaco e non si accorse di nulla.
Quando si risvegliò si mise in viaggio verso altri paesi.
Per procurarsi da vivere dovette darsi da fare con tutte le sue energie, affrontando enormi difficoltà, cavandosela con quel poco che poteva racimolare e, per lungo tempo, condusse una vita veramente misera.
Un giorno l’amico lo incontrò per caso. lo vide in queste condizioni misere e disse:
Che cosa assurda vecchio mio! Come ti sei ridotto così per procurarti da mangiare e da vestire ?
In passato mi volli assicurare che tu potessi vivere agiatamente e soddisfare tutti i tuoi desideri, così quel giorno che ti lasciai, prima di andarmene, presi un gioiello di inestimabile valore e lo cucii nella fodera del tuo abito.
Deve trovarsi ancora li adesso. Ma tu non ne sapevi nulla e ti sei affaticato e tormentato cercando di guadagnarti da vivere. Che cosa insensata!
Ora devi prendere il gioiello e barattarlo con altri beni così potrai avere in ogni momento tutto ciò che desideri e non sperimenterai mai più la miseria o il bisogno.

La natura di Buddha è presente in tutti gli esseri viventi, ma essi non ne sono coscienti e vivono nell’illusione e nella sofferenza. Questo è il semplice significato della parabola che abbiamo riportato, tratta dal Sutra del Loto.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in ESOTERISMO e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.