VOCABOLARIO POLITICALLY CORRECT (25 PAROLE)

Il nuovo vocabolario politically correct o, se preferite, radical chic, consite nella moda imposta alla coscienza collettiva di dover cambiare nome a mestieri o condizioni umane.
In realtà è una forma di ipocrisia che nasconde la bassa considerazione verso questi mestieri o codizioni che, nel loro inconscio, hanno proprio i propugnatori del nuovo vocabolario, a differenza del popolo che ha sempre avuto rispetto per una persona, anche prima che si cambiasse nome al suo mestiere o alla sua condizione.
Correggendo un termine certo non si modifica la realtà, ma almeno ci si sente con la coscienza a posto ….

Ecco dunque alcuni esempi:

Spazzino = Operatore ecologico

Donna delle pulizie = Collaboratrice familiare

Bidello = Collaboratore scolastico

Infermiere = Paramedico, Operatore sanitario

Barbone = Senza fissa dimora

Zingaro = Rom

Clandestino = Migrante economico

Lavoratori da licenziare = Esuberi

Cieco = Non vedente

Sordo = Audioleso

Handicappato = Diversamente abile

Negro = Persona di colore (quale colore ? ndr …..)

Drogato = Tossicodipendente

Puttana, Prostituta = Escort

Ricchione, Frocio = Gay

Ambulante = Operatore mercantile su spazi ed aree pubbliche

Becchino = Operatore cimiteriale

Nano = Persona di bassa statura

Povero, Mendicante = Economicamente svantaggiato

Aborto = Interruzione di gravidanza

Moribondo = Malato terminale

Fannullone = Demotivato

Zoppo = Claudicante

Zitella = Single

Intervento armato = Azione di peace keeping

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in CONTROINFORMAZIONE e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.