FANTASIA EROTICA DI STUPRO NELLA DONNA

Molte ricerche scientifiche hanno evidenziato che la più comune fantasia erotica femminile in fase di eccitazione sessuale sia la cosiddetta “fantasia di stupro”. Si tratta quasi sempre di qualcosa che non è mai avvenuta e che assolutamente la donna non desidera che accada, appunto solo una fantasia.
Può sembrare strano o addirittura immorale che una donna fantastichi di essere stuprata, ma come vedremo, non c’è nulla di cui preoccuparsi.
La ricerca più dettagliata sull’argomento è probabilmente lo studio “Women’s rape fantasies: an empirical evaluation of the major explanations (Fantasie di stupro femminili: una valutazione empirica delle principali motivazioni)” di Jenny Bivona, Joseph Critelli e Michael Clark dell’Università del Nord Texas condotta su 355 giovani ragazze.
Il risultato ha mostrato che il 62% delle giovani si eccitava abitualmente fantasticando di essere stuprate, valore leggermente più alto dell’analoga ricerca di E.J. Kanin (Purdue University, Indiana, USA) che ha rilevato il 57%.
In particolare il 52% si è immaginata costretta a far sesso da parte di un uomo, il 32% stuprata, il 28% costretta a fare sesso orale, il 16% anale, il 24% ha immaginato di essere anche legata ed immobilizzata, il 17% di venire costretta a fare sesso da una donna, il 9% stuprata da una donna e sempre il 9% a fare sesso orale, sempre da una donna.
La somma di queste percentuali risulta superiore a 100 perché molte delle ragazze hanno dichiarato di eccitarsi abitualmente con più di una di queste fantasie.
Secondo questo ed altri studi la motivazione psicologica di queste fantasie sarebbe che, dato che il subconscio femminile ancora colpevolizza il rapporto erotico a causa di secoli di educazione in tal senso, la costrizione a questo rapporto libera la coscienza dal “senso di peccato”.
Dunque la coercizione sessuale sarebbe una fantasia diffusa tra le donne perché dona un senso di liberazione, sciogliendo la donna dall’ansia e dalla responsabilità di un ruolo moralmente attivo nel rapporto sessuale.
Gli stessi studi riconoscono però anche la presenza di una forte componente masochistica.
C’è comunque la sensazione che i risultati di questa ed altre ricerche simili siano sottostimati in quanto le donne che nutrono questa fantasia spesso se ne vergognano, si sentono colpevoli e non intendono parlarne.
Comunque è bene ribadire che immaginare non è agire. La donna che fantastica di essere stuprata non ha assolutamente intenzione che la sua fantasia sia concretizzata.
Scrive lo psicologo Frederick Toates nel suo libro “How Sexual Desire Works” che avere fantasie di questo tipo non è preoccupante, è un modo per vivere un’avventura estrema da una posizione di sicurezza.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in MIX e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.