INTRODUZIONE ALLA LETTURA DEL VANGELO DI TOMMASO

Alla fine di questa breve nota è riportato il testo integrale del Vangelo di Tommaso.
Dopo la morte di Cristo, iniziò a circolare in Palestina una raccolta orale di “detti di Gesù” alla quale poi attinsero gli autori dei successivi Vangeli scritti.
Il Vangelo di Tommaso, non riconosciuto dalla Chiesa Cattolica, è ritenuto da molti studiosi il più antico Vangelo, antecedente anche ai tre Vangeli sinottici attribuiti a Marco, Luca e Matteo, infatti si presenta come una raccolta scritta di 114 “detti di Gesù” e non fa nessun accenno ai miracoli, alla nascita di Cristo ed alla sua crocifissione.
Probabilmente questo Vangelo è il più aderente alla “fonte Q”, cioè alla raccolta orale di “detti di Gesù” alla quale abbiamo fatto riferimento prima.
L’unico scopo di questo testo è trasmettere il profondo insegnamento del Salvatore ai suoi discepoli.
Questo insegnamento è analogo a quello presente in tutte le tradizioni esoteriche, nel Buddhismo e nell’Induismo: nascosta nel profondo dell’essere umano vi è la Luce Divina e l’uomo ha la possibilità di trovarla.
Si tratta praticamente del “Conosci te stesso”, comune, ripetiamo, a tutte le tradizioni esoteriche: il “Regno dei Cieli” non è un’entità trascendente, l’uomo non deve raggiungerlo ed entrarvi, ma lo deve realizzare in se stesso.
Già nel terzo detto leggiamo: “Il Regno è dentro di voi e fuori di voi. Quando vi conoscerete sarete riconosciuti, e comprenderete di essere figli del Padre vivente. Ma se non vi conoscerete, allora vivrete in miseria, e sarete la miseria stessa”.
Non troveremo nulla di simile nei Vangeli Canonici. Nel Vangelo di Tommaso è riportato l’insegnamento segreto di Cristo, riservato a pochi eletti, infatti il testo si apre con la frase: “Queste sono le parole segrete che Gesù il Vivente ha detto e Didimo Giuda Tommaso ha trascritto”.
Il Regno è dunque “fuori di noi” perchè è tutto ciò che esiste, l’unica Realtà, dalla quale emerge per noi l’illusione del mondo sensibile, ma è dentro di noi, perché è nascosto nell’intimo dell’uomo che, ripetiamo, ha la possibilità di realizzarlo.
C’è dunque la concezione gnostica della miseria dello stato umano, ma c’è anche la certezza che questo stato può essere superato.
Invitiamo dunque il lettore a leggere con calma e concentrazione il testo completo di questo Vangelo che è riportato qui:
https://giuseppemerlino.wordpress.com/2011/01/10/vangelo-di-tommaso-testo-integrale/

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in ESOTERISMO e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.