VIRUS E BATTERI: LA DIFFERENZA

Spesso usiamo il termine generico “microbi”, ma tra virus e batteri c’è una profonda differenza.
I batteri sono organismi unicellulari, cioè formati da una sola cellula. Questa cellula è priva di nucleo, per cui il suo materiale genetico (DNA) è disperso in una particolare regione del citoplasma, il liquido racchiuso dalla membrana cellulare.
Le dimensioni dei batteri più comuni variano tra 0,2 e 10 micron. Ricordiamo che un micron è un millesimo di millimetro.
A seconda della loro forma, distinguiamo i batteri in cocchi (di forma sferica), bacilli (di forma cilindrica), vibrioni (a forma di virgola), spirilli (a forma spirale) e spirochete (a forma sinusoidale con più curve).
La riproduzione dei batteri avviene per semplice divisione cellulare: la cellula madre si scinde in due unità, formando due cellule figlie identiche all’originale.
Esempi di malattie umane causate da batteri sono tracheite, bronchite, polmonite, tonsillite, faringite, meningite, colera, cistite, diarrea, dissenteria, gonorrea, lebbra, peste, scarlattina, tubercolosi, pertosse, sifilide, tifo, paratifo, difterite etc….
I virus sono invece organismi più elementari, quasi un anello di congiunzione tra la materia inanimata e quella vivente.
Sono costituiti da un piccolo genoma (chiamato core) costituito da materiale genetico che può essere DNA o RNA, protetto da una copertura proteica detta capside.
Un virus non ha nessuna capacità di replicarsi. Lo può fare solo se riesce a penetrare in una cellula di un altro organismo, sfruttandone i suoi meccanismi di sintesi, per cui è un vero e proprio parassita.
I virus hanno dimensioni più ridotte dei batteri, infatti sono visibili solo al microscopio elettronico.
Esempi di malattie umane provocate da virus sono rosolia, morbillo, varicella, aids, herpes, febbre gialla, poliomielite, mononucleosi, influenza, epatite, ebola, vaiolo, aviaria etc ….
A questo punto bisogna chiarire che gli antibiotici hanno effetto solo contro i batteri e non contro i virus.
Un antibiotico può agire da batteriostatico, cioè impedisce la riproduzione dei batteri o da battericida, cioè uccide direttamente il batterio.
Purtroppo i batteri hanno una capacità evolutiva che li rendono resistenti agli antibiotici specifici, per cui la ricerca scientifica è orientata verso nuovi farmaci che non incontrino resistenza.
Contro i virus esistono in alcuni casi farmaci antivirali, ma la soluzione migliore è sempre quella preventiva, cioè il vaccino.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in MIX e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.