I MOVIMENTI DELLA TERRA

Il pianeta Terra è come un proiettile che, alla folle velocità di 30 chilometri al secondo (108.000 Km/h), ruota attorno al Sole.
Questo moto è chiamato moto di rivoluzione ed il nostro pianeta compie un giro completo attorno alla sua stella in circa 365 giorni e 6 ore.
In questo moto la Terra descrive un’ellisse con un’eccentricità molto piccola (0,017 – valore attuale).
L’eccentricità ci da un’idea di quanto sia “schiacciata” un ellisse e, quando vale zero, l’ellisse degenera in una circonferenza, per cui possiamo affermare che l’orbita descritta dalla Terra attorno al Sole è quasi una circonferenza.
Geometricamente l’ellisse è definita come il luogo dei punti di un piano per i quali la somma delle distanze da due punti fissi detti fuochi rimane costante.

Ellisse

Il Sole occupa uno dei due fuochi dell’ellisse per cui la distanza della Terra dal Sole varia durante l’anno. In particolare si chiama “afelio” il punto di massima distanza dal Sole e perielio quello di minima distanza.
L’afelio è raggiunto dal nostro pianeta agli inizi di Luglio ed il perielio agli inizi di Gennaio, ma dato che, come abbiamo detto, l’eccentricità dell’orbita terrestre è molto piccola, questo fatto non influenza le stagioni che sono determinate invece dall’inclinazione dell’asse terrestre.
La distanza Terra-Sole all’afelio è di 152,1 milioni di chilometri, mentre al perielio è di 147 milioni di chilomentri. Come si vede la differenza non è eccessiva.
La lunghezza dell’orbita ellittica che la Terra descrive attorno al Sole è di 940 milioni di chilometri.
Mentre ruota attorno al Sole, il nostro pianeta ruota anche intorno al proprio asse e questo moto è chiamato moto di rotazione.
L’asse terrestre è una linea immaginaria che congiunge i due poli e, alla data in cui scriviamo, è inclinato di 23° e 27′ rispetto alla perpendicolare al piano dell’orbita terrestre.
La Terra compie una rotazione completa attorno al proprio asse in circa 24 ore e questo periodo di tempo viene definito “giorno”, ma in realtà bisogna distinguere tra il giorno sidereo ed il giorno solare.
Il giorno sidereo è il tempo effettivo di una completa rotazione terrestre da Ovest verso Est, dura 23 ore, 56 minuti e 4 secondi, ed è riferito alle stelle fisse.
Il giorno solare dura circa 4 minuti in più a causa del moto di rivoluzione della Terra attorno al Sole: dopo una rotazione completa di 360 gradi, la Terra deve ruotare un altro po’ per tornare nella stessa posizione rispetto al Sole.
La velocità di questa rotazione del nostro pianeta attorno al proprio asse è ovviamente variabile da punto a punto: è massima all’Equatore (1668 km/h) e zero ai poli. In Italia (Roma) è di 1240 km/h.
Un altro importante movimento della Terra è la Precessione degli equinozi: l’asse terrestre descrive una lenta rotazione intorno alla verticale (cioè intorno alla perpendicolare al piano di rivoluzione).
In pratica la Terra si comporta come una trottola che, oltre a girare attorno al proprio asse, oscilla ondeggiando in modo che questo asse descrive un cono.
Questo movimento di precessione compie un giro completo ogni 25.800 anni ed una sua conseguenza è il lento cambiamento della posizione apparente delle stelle fisse, viste dalla Terra. Per esempio, fra 13.000 anni sarà Vega e non più la Stella Polare ad indicare il Polo Nord.

precessione degli equinozi

Abbiamo detto che l’inclinazione dell’asse terrestre rispetto alla verticale è attualmente di 23° e 27′, ma questo dato è variabile nel tempo: va da un minimo di 21° e 55′ ad un massimo di 24° e 20′ con un periodo di 40.000 anni.
Inoltre l’asse terrestre compie anche un’altra piccola oscillazione periodica (18 anni, 7 mesi e 6 giorni), chiamata nutazione.
Ma la Terra compie anche altri movimenti, forse ingiustamente, chiamati secondari.
Si definisce Precessione Anomalistica della Terra un lento movimento dell’asse che congiunge i due fuochi dell’ellisse che la Terra descrive attorno al Sole.
Questo fenomeno è dovuto alla forza di attrazione esercitata sulla Terra dagli altri pianeti del Sistema Solare, sopratutto dal gigante Giove ed ha una periodicità di 112.000 anni.
Anche l’eccentricità dell’orbita ellittica descritta dal nostro pianeta attorno al Sole è variabile: all’inizio di questa nota abbiamo detto che il suo valore è attualmente 0,017, ma in realtà varia da un minimo di 0,003 ad un massimo di 0,054 con un periodo di 92.000 anni.
C’è infine da considerare che il Sole si trova alla periferia di una Galassia formata da circa 300 miliardi di stelle che ruota attorno al proprio asse e la regione dove si trova la nostra stella compie una rotazione completa in circa 200 milioni di anni ed a questo moto partecipa ovviamente anche la Terra.
E poi anche la nostra Galassia si muove, partecipando all’espansione dell’Universo …

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in ASTRONOMIA e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.