TEMPERATURA REALE E PERCEPITA

La temperatura effettivamente percepita dal nostro organismo non coincide con quella segnata dal termometro, ma dipende dall’umidità presente nell’atmosfera.
L’organismo umano si difende dal calore mediante la sudorazione: il sudore è costituito quasi completamente da acqua che, evaporando, provoca un raffreddamento della pelle.
Un elevato tasso di umidità nell’atmosfera ostacola questo processo e si ha una sensazione di una temperatura maggiore di quella effettiva.
Genericamente si intende per umidità dell’aria la quantità di vapor acqueo in essa presente, ma, per quantificare questo valore, si deve ricorrere all’umidità relativa, cioè al rapporto tra l’umidità presente nell’aria e la quantità massima di umidità che l’aria riesce ad assorbire.
Per esempio, se l’umidità relativa è del 60%, vuol dire che la quantità di vapore acqueo presente nell’aria è il 60 % della quantità massima di vapor acqueo che l’aria può contenere.
La temperatura percepita viene spesso chiamata “indice di calore” e ci sono vari metodi per cacolarla. Questi metodi danno dei valori lievemente diversi fra loro e queste variazioni dipendono dal tipo di calcolo.
Qui riportiamo una tabella i cui valori sono calcolati col metodo “Humidex”.
Nella prima colonna di sinistra della tabella sono riportate le temperature reali e nella riga in alto le umidità relative.
Conoscendo la temperatura reale e l’umidità relativa, si può leggere sulla tabella il valore della temperatura effettivamente percepita.
Per esempio, per una temperatura reale di 32 gradi centigradi ed un’umidità del 40%, troviamo che la temperatura percepita è di 37 gradi centigradi. Con altri metodi di calcolo questa temperatura percepita sarebbe lievemente inferiore.
Si tenga infine presente che la presenza di brezza o vento riduce il valore della temperatura percepita.

Cliccare sulla tabella per ingrandirla.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in SCIENZA e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.