E = M x C²

E’ la formula dovuta ad Einstein che sancisce in via definitiva l’equivalenza tra massa ed energia. Per esempio al centro di tutte le stelle, e quindi anche al centro del Sole, 4 atomi di Idrogeno, a causa della enorme pressione all’interno della stella, si uniscono per formare un atomo di Elio. La massa dell’atomo di Elio così formatosi è però leggermente inferiore alla somma dei 4 atomi di idrogeno. La massa persa si è trasformata in energia e perciò le stelle irradiano una quantità enorme di energia nello spazio. Nella formula, la lettera C indica la velocità della luce che vale 300000 km/sec ed è la velocità più alta raggiungibile nell’Universo. Quando ci si avvicina a tale velocità, il tempo rallenta. Infatti negli acceleratori di particelle come quello del CERN di Ginevra si osserva che se si accelera una particella (per esempio un muone) ad una velocità pari al 99,5% di quella della luce, la sua vita media aumenta di 10 volte. Ciò perchè Spazio e Tempo non sono due entità separate, ma sono solo due aspetti di un’unica realtà che i Fisici chiamano lo “SpazioTempo”.
La equivalenza tra Massa ed Energia viene sfruttata con successo nei Reattori Nucleari per produrre Energia Elettrica e purtroppo anche nelle bombe atomiche. In particolare, nella bomba H, si sfrutta propro la fusione dell’Idrogeno in un atomo di Elio, proprio come all’interno delle Stelle.

Informazioni su giuseppemerlino

Ingegnere Chimico
Questa voce è stata pubblicata in SCIENZA e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.